NATURA

019

Meta ideale per escursioni sui sentieri della storia, Ia Vallarsa riserva piacevoli scoperte anche agli amanti della preistoria, grazie alle impronte dei dinosauri ritrovate di recente, e della natura, in un ambiente alpino ancora incontaminato che si presta ad escursioni tra boschi, prati, malghe, rifugi e punti panoramici.

Per quel che riguarda la flora degli ambienti sommitali la Vallarsa non ha uguali nei territori la che circondano. Vi sono inoltre un certo numero di specie endemiche, tra cui spiccano la Primula Vallarsae, un endemismo tra la Primula Recubariensis e la Spectabilis, descritta dai botanici Prosser e Scortegagna una decina di anni fa e presente solo tra le rocce del Prà degli Angeli nel Gruppo di Cima Posta. Negli anni passati è stata descritta anche un’altra specie presente solo nella nostra valle: a Pulmonaria Vallarsae, che però da molti anni non è più segnalata.

Per quanto riguarda i boschi della Vallarsa, il faggio è sicuramente la pianta più rappresentativa, la cui presenza è resa importante dal clima piovoso, dal terreno calcareo, dall’altitudine e dalla tradizione secolare della sua coltivazione e utilizzo. Forma dei boschi puri nella testata della valle e ci sono delle giovani fustaie di particolare bellezza. A volte è misto ad abete bianco o rosso, mentre è sporadica la presenza di olmi, frassini maggiori e tigli. Altra forte presenza il pino mugo che  forma compatti mugheti che ricoprono pascoli ed ex-pascoli delle malghe. Nelle zone più impervie ci sono boschi di conifere di pino silvestre e carpino nero che colonizzano i numerosi valloni laterali. Un’altra peculiarità è rappresentata dal nucleo più meridionale d’Europa di piante adulte di pino cembro. Si tratta di un biotopo denominato “muga bianca”, situato nella zona del Col Santino, appena sopra Campobiso.

Le eccellenze sono rappresentate da due faggi di oltre 130 cm di diametro situati a Streva e a Monte di Mezzo, un frassino a Pruste e un tasso, considerato la pianta più vecchia della valle, a Comperlon, accreditata di oltre 600 anni di vita.

Comments are closed.