storia

ORIGINE NOME VALLARSA

Sull’origine del nome Vallarsa vi sono diverse teorie, nessuna delle quali assunta come certa.

Alcuni con riferimento allo stemma della Vallarsa, rappresentato da due orsi che bevono a una fontana, ed ad alcune leggende di origine medioevale fanno risalire il nome ad una deformazione di Valle degli orsi (vallorsa – vallarsa). Non a caso lo stemma è lo stesso di quello della famiglia Perempruner (parola composta dal tedesco “Bären” = orsi e “Brunnen” = fontana), un membro della quale, secondo una storia tramandata oralmente, fu il primo massaro della Comunità di Vallarsa.

Altri sulla base di notizie di origine erudita ottocentesca fanno derivare il toponimo da valle bruciata (“arsa” in latino) vuoi per siccità vuoi a seguito del taglio dei boschi per fare carbone (come testimoniato dalle carbonaie presenti in valle). In realtà la valle risulta piovosa (fino a 2500 mm di precipitazioni anno nella parte alta) e la trasformazione del legname in carbone non è mai stata particolarmente diffusa; in proposito risultava più conveniente la fluitazione dei tronchi che attraverso il Leno e l’Adige arrivavano fino a Verona già nell’alto medioevo e, per la legna minuta, l’utilizzo per la produzione di calce.

Ulteriore ipotesi riguarda la derivazione dalla radice retica “ars” con il significato di ripido, incassato.